Intervista nel programma Storie Italiane di Rai 1 per riflettere su come comportarsi al tempo del coronarvirus

24/03/2020

Intervista nel programma Storie Italiane di Rai 1  per riflettere su come comportarsi al tempo del coronarvirus

In questi giorni si sono susseguiti annunci che facevano capire gradualmente la serietà della situazione.
Questi annunci hanno generato nella popolazione reazioni a volte incomprensibili e contraddittorie.
Siamo passati da un comportamento di negazione del problema a una iperattivazione emotiva, espressione di un’ansia che si trasforma via via in angoscia e panico.
Queste emozioni di negazione da una parte e di iperattivazione dall’altra sono quelle che si esprimono solitamente nei momenti di emergenza.
Dobbiamo tener conto del fatto che le disposizioni che sono state date richiedono profondi cambiamenti e, in periodo di emergenza come questo, il processo di adattamento di una popolazione richiede del tempo per realizzarsi.
Oggi vediamo che questo adattamento al nuovo stile di vita si sta realizzando. Sono rare le occasioni in cui troviamo persone che infrangono le regole. Spesso questi comportamenti oppositivi sono frutto di scelte superficiali ma possono nascondere anche un bisogno profondo di fuga dalle restrizioni. È importante infatti tener conto del fatto che alcune persone vivono già degli stress precedenti che sommati alla quarantena e al Covid generano una iperaoraousal di difficile gestione.
In questi casi difficili uscire da casa può significare la libertà da una situazione altamente conflittuale che già si viveva in famiglia o di contro può offrire una fuga da un senso di solitudine profondo e ingestibile durante l’isolamento.
È importante tuttavia segnalare che queste situazioni sono sempre più sporadiche e che il processo di adattamento delle persone alla situazione di quarantena si sta realizzando.
Questo va evidenziato come un successo di tutti perché è confortante sentire che ci sono i primi piccoli segnali di inversione del trend di contagio che ci giungono dai paesi del nord.
Questo infonde speranza ed è bene comunicarlo alle persone e ai giovani per far sentire che il loro sacrificio non è vano, per dare un senso a tutti dell’impegno che stiamo mettendo e far sentire che possiamo recuperare un controllo sulle nostre vite proseguendo in modo responsabile a rispettare le misure di sicurezza emanate.

Questi i concetti e le parole di Francesca Mastrantonio, Presidente IIRIS, nella mattinata di ieri a Storie Italiane.



Eventi

Vedi tutti gli Eventi »


Dott. Francesca Mastrantonio

Luogo e data di nascita: Roma, 24 - 8 - 1972
Stato civile: Mamma e moglie
Iscr. Ordine Psicologi Lazio n.9629


RICEVE PER APPUNTAMENTO

Indirizzo: Viale Oceano Atlantico, 13
(incrocio con via Laurentina) - 00144 Roma EUR
Zona IX Municipio: EUR, Laurentino, Dalmata, Fonte Meravigliosa, Cecchignola, Ferratella, Torrino.
Cellulare: 339 / 5219329
E-mail: Parla con la Dottoressa
PEC: Invia mail PEC


Servizi



NEWS

Vedi tutto »